Nonostante la pioggia il Festival Stili di vita si è regolarmente svolto a Nogarole Rocca anche se in una forma ridotta. Grazie alla Parrocchia la location della festa è stata spostata al chiuso tra il centro parrocchiale e il teatro. Una giornata speciale che ha riunito le associazioni del territorio vicariale Villafranca/Valeggio che hanno messo in campo tutto il loro saper fare, con uno stile nuovo e più attento all’ambiente e alla persona, intrattenendo il numeroso pubblico che ha visitato il Festival. Tra gli stand anche quello della Rete provinciale degli Empori della Solidarietà con la proposta di una buonissima e salutare merenda e consigli per una cucina sostenibile.

Dalle 17 poi in teatro un breve bilancio dei 10 anni del Tavolo di Coordinamento Villafranca/Valeggio  e dei 5 anni del Festival con la presidente de Il Giracose, Simonetta Manara e il vicedirettore di Caritas Diocesana Carlo Croce. Quindi i saluti del vicesindaco di Nogarole LucaTrentin e la presentazione del nuovo percorso storico-architettonico del Parco della Rocca. Presenti anche il parroco don Giuseppe Venturini, l’assessore al sociale Elisa Martini, l’assessore alla Cultura e associazioni, Sara Sandrini

Il momento di riflessione affidato all’ospite d’onore, Paolo Beccegato, ha posto l’attenzione sul tema del Festival “Azioni solidali di circolarità” confermando che, se le azioni di ogni individuo, gruppo, associazione, ente locale, puntano al bene comune, lavorando insieme, e soprattutto includendosi a vicenda senza lasciare nessuno indietro, nemmeno se la pensa diversamente da noi, si costruisce il vero bene sociale, lo sviluppo comunitario e della persona umana. “Far del bene è gioia e fatto insieme è una gioia ancora più grande”.